Cerchi un esperto di vendita online? Contattami subito

Qual è il prodotto Perfetto per un e-Commerce?

Sei Pronto? Mostriamo qual è il prodotto perfetto da vendere on line con un e-commerce:

  • Il prodotto ha un mercato in crescita, non ha grande concorrenza, e ha clienti potenziali. Si trova difficilmente sul territorio, nella distribuzione tradizionale.
  • Si può vendere ad un prezzo di vendita di almeno 100 euro, e si può comprare da diversi produttori cinesi per poche decine di euro.
  • E’ un prodotto consumabile. Il consumatore lo ama perché risolve un suo problema, un disagio che ha. Se è consumabile e ha una grande domanda, il consumatore è incline a sottoscrivere abbonamenti, che gli permettono di acquistare automaticamente il prodotto.
  • La gestione logistica non è mai un problema, perché il prodotto è contenuto. Essendo piccolo puoi spedirlo ad un costo accessibile, e quindi puoi evitare di far pagare le spese al cliente, eliminando una delle prime ragioni di abbandono del carrello. Oltretutto puoi stoccare il prodotto in magazzino ad un costo accettabile.
  • La gestione dell’ordine e del magazzino è semplice, perché non hai varianti del prodotto. Se il prodotto è anche qualitativamente buono e resistente avrai pochi resi, e non rischi che si rompa lungo il tragitto.
  • Il customer target di questo prodotto è abituato ad acquistare online. Il cliente potenziale ha più di 18 in modo che abbia una carta di credito. I ricavi sono costanti tutto l’anno, perchè il prodotto non soffre della stagionalità.

Criteri di scelta del Prodotto relativi al Mercato

Come avrai intuito questo prodotto non esiste. Questi sono tutti esempi paradigmatici del prodotto perfetto per essere venduto online, ma è raro che un prodotto possa rispettare tutti questi criteri.

Se stai cercando di trovare quale prodotto vendere online, non troverai un prodotto che rispetterà tutti i criteri sotto elencati, ma avrai una guida che ti permette di organizzare logicamente la tua idea prodotto e ti aiuta a valutare il potenziale successo di quel prodotto.

Questa è una check-list che uso per testare la validità di ogni prodotto che mi piacerebbe vendere.

Ampio Mercato

Scegli un prodotto che ha un mercato ampio (Io non sono assolutamente d’accordo. Il mercato deve essere sempre di più di nicchia). Evitate i prodotti che sono una sotto-categoria di un’altra sotto-categoria di un mercato.

Dovresti cercare di avere il più grande mercato possibile davanti a te.

Certamente, anche un prodotto in un piccolo mercato può avere successi, ma è più difficile che succeda ed è più caro raggiungere i consumatori allineati (anche qui non sono d’accordo. Ormai il marketing permette di segmentare il traffico indirizzandolo verso il cliente in target)

La situazione della competizione

C’è una grande concorrenza, o ci sono pochi players?

Il segnale di una forte concorrenza non è necessariamente un segnale negativo, ma anzi è una conferma che è un ottimo mercato con grandi potenzialità.

Ma se vuoi entrare nel mercato devi fare qualcosa di differente, se vuoi prendere una fetta del mercato (Brand Positioning)

È un trend di passaggio (moda) o invece

E’ importante non cadere in un mercato che ha un respiro di breve termine, come può essere quello di un prodotto di moda.

Bisogna invece avere una sostenibilità di medio lungo periodo per realizzare un e-commerce di successo.

Ti consiglio di analizzare Google Trends per avere una comprensione più precisa della storia del prodotto che vorresti commercializzare con il tuo e-commerce. Attraverso questo tool puoi vedere se il prodotto è nel periodo di declino, sta continuando la sua crescita, o si mantiene stabile.

Una scarsa commercializzazione sul territorio

Hai provato a cercare prodotti per maghi? O prodotti per i mancini, come le forbici?

I prodotti particolari hanno una commercializzazione localizzata particolarmente frammentata, che li rende poco appetibili per gli store tradizionali.

Invece sono i prodotti perfetti per gli e-commerce.

Chi è il tuo consumatore ideale?

Fai una lista di chi è il tuo potenziale acquirente.

Se vuoi vendere prodotti adatti per ragazzi o ragazze devi tenere conto che potrebbero non avere la carta di credito (anche se ormai tutti hanno quale altra soluzione di pagamento, vedi satispay, paypal..). Se vendi prodotti per anziani, potresti incontrare resistenze perchè la diffidenza ad inserire le credenziali della carta di credito. Quindi prima di iniziare è meglio pensarci su.

Criteri di scelta del prodotto relativi al Prodotto stesso

Il Margine

Il margine è un elemento fondamentale da considerare per ottenere il successo con un e-commerce, perché i costi sono tantissimi, e ti mangiano le marginalità. Quindi devi essere in grado di vendere prodotti che ti permettono di avere in profitto.

Io raccomando di scegliere prodotti sui quali puoi ricaricare 5 o 10 volte il prezzo di acquisto. (non esiste un prodotto del genere, se sei un rivenditore. Può esistere se sei un produttore o hai un brand).

Se stai per scegliere dei prodotti che hanno margini più bassi considera, prima di buttarti, tutti i costi che devi affrontare, in modo da vedere se c’è profittabilità con quell’e-commerce.

Il costo di vendita

Il prezzo migliore di vendita è tra i 75 e i 150 euro.

La ragione è semplice, se vendi a prezzi più bassi devi vendere più unità e quindi trovare più consumatori per generare un buon profitto (io penso che dipende molto dalla capacità di aumentare lo scontrino medio e di tenere il cliente con se nei mesi a venire.).

Se invece il costo è più alto potresti incontrare resistenze, perché una persona quando spende tanto ragiona tanto, si pone tante domande prima di acquistare. Il tuo processo di vendita deve essere semplice, non devi rimanere impantanato dalla troppe domande del cliente, servizio che aumenta considerevolmente i tuoi costi, d’altronde sei un e-commerce e quindi dovresti vendere online

Un numero limitato di prodotti e varianti

Evita i cataloghi che hanno prodotti con tante varianti e dimensioni o colori, poiché dovresti vendere centinaia di prodotti.

Prima di tutto paghi di più se fai magazzino, perché devi approvvigionarti del materiale, che è rischioso. Inoltre hai bisogno di più spazio, e il magazzino diventa complesso da gestire.
Non dimenticare che il consumatore può sbagliare l’acquisto quando ci sono tante varianti. E i Resi ti costano tanto.

Avere prodotti semplici aiuta il cliente a decidere con altrettanta semplicità. Meno è meglio (Poi, come ho scritto diverse volte, puoi lavorare con il cross e l’up selling o con tre soluzioni per soddisfare diverse qualità dello stesso target…)

Il modello di monetizzazione dell’abbonamento

Il tuo prodotto ha una durata di vista ben precisa, o è un consumabile?

Trovare nuovi clienti è difficile, richiede tempo ed è costoso. Vendere allo stesso cliente diverse volte, e farlo automaticamente, è un grande modello di monetizzazione per l’e-commerce.

La dimensione e il peso del prodotto

Sempre più consumatori vogliono le spese di spedizione incluse nel costo del prodotto. La maggior parte degli abbandoni del carrello sono imputabili agli inattesi costi di spedizione del prodotto.

Ovviamente le dimensioni del prodotto e dell’imballo, ma anche del peso, determinano il costo di spedizione. Quindi sono variabili da considerare sempre prima di scegliere la vendita di alcuni prodotti sul tuo e-commerce.

Inoltre stoccarlo ti costa di più. Quindi fai occhio.

La qualità strutturale dei prodotti

Il tuo prodotto è resistente o fragile?

Ricorda che più il tuo prodotto è fragile più è probabile che si rompa lungo il trasporto. La rottura di un prodotto prima della consegna ha dei costi aziendali per te, e al contempo regala una brutta esperienza di acquisto al cliente. Quindi se il prodotto è fragile avrai più resi, e quindi più costi da sostenere, anche per il customer service.

Il Prodotto segue delle onde di stagionalità?

I tuo prodotto è stagionale?

Le stagionalità possono avere un grande impatto sul cash flow del tuo e-Commerce (a breve preparo un articolo su questo tema. Il cash flow è una Kpi fondamentale da considerare, tanto quanto il conversion rate, il profitto, e la vita dei clienti.). Come consigliato prima guarda Google Trends.

Il Cliente è appassionato al tuo prodotto o ne ha bisogno?

Il tuo prodotto risolve un problema, allieva un dolore, o invece attira il cliente perchè ne è appassionato?

L’aspirina è una vendita semplice quando si ha l’influenza, e quando qualcuno è appassionato di qualcosa, spenderà cifre importanti per soddisfare il suo interesse.

(La vendita di un prodotto per passione del cliente ha delle caratteristiche particolari, è un cliente più attento ai dettagli, quindi più scrupoloso nella scelta, ma probabilmente spende di più, perché sa quello che vuole e sa quanto costa; mentre un customer che ha bisogno di un prodotto acquista sospinto da qualcosa più grande di lui, ha una conoscenza del prodotto poco approfondita, si fida più di te, ma è più reticente alla spesa, perché non ne comprende le potenzialità, sa solo che ne ha bisogno. Nel primo caso il consumatore se sceglie te, spende tanto ed è probabile che ritorni; nel secondo caso, probabilmente scegliere in base al criterio del prezzo o della urgenza del soddisfacimento del suo bisogno. Unire questi due criteri lo vedo un po’ limitativo)

Ciclo di vita del prodotto

Se il tuo prodotto cambia anno su anno, tu spenderai un sacco di tempo per aggiornare continuamente i contenuti. Se il tuo prodotto cambia poco nel tempo, tutti i tuoi sforzi non vanno perduti nel breve medio periodo.

Sono prodotti Consumabili o Monouso

I clienti ripetuti, i clienti fidelizzati, quelli che riacquistano nel tempo più volte nel tuo e-commerce sono essenziali per il successo del tuo e-commerce.

E’ molto più semplice vendere a chi ha già acquistato da te, perché si fida di te. Se tu vendi prodotti riacquistabili e lo fai bene, rendendolo contento, gli regali una buona esperienza di acquisto, costruisci un business e-commerce profittabile, perché i tuoi ricavi, in parte, sono ricorrenti. (nel caso in cui i tuoi prodotti sono quelli che potremmo definire “one stand sell”, devi cercare di aumentare lo scontrino medio, poiché non è detto che il cliente ritorni da te)

La deperibilità del Prodotto

Se vendi prodotti deperibili, rischi di vedere il tuo magazzino vada perso in parte, o che il prodotto arrivi già compromesso al cliente

Le restrizioni o le regolamentazioni per quei prodotti

Prima che ti approvvigioni è meglio che consideri le restrizioni o le regolamentazioni legate a quei prodotti, ci possono essere restrizioni di spedizioni o importazione (o che siano prodotti che non possono essere venduti online). Se sbagli la scelta puoi trovarti a spendere un sacco di soldi senza successo, oltre ad aver speso tempo inutilmente.

L’importanza del video marketing

Essendo un digital marketer so quanto sia potente il video. Il video è in grado di trasmettere una storia in maniera più impressiva rispetto alle immagini o al contenuto scritto.

Youtube al momento è il più grande strumento di marketing non sfruttato esistente al mondo (condivido pienamente)

Ho visto diverse aziende esplodere e diventare i leader di mercato nella loro categoria molto rapidamente perché erano quelle che avevano una strategia video di YouTube e l’hanno eseguita bene.

Conclusioni

Ripeto che l’obiettivo di questo articolo non è quello di trovare un prodotto che rispetti tutti questi criteri.

Questo prospetto serve per organizzare i tuoi pensieri in una strategia efficace, portando alla luce gli elementi di successo o quelli ai quali non avevi pensato quando avevi deciso di vendere online.

A volte, quando ti entusiasmi di qualcosa, è facile trascurare potenziali insidie. Si spera che con questo elenco, sarete in grado di valutare i potenziali prodotti e nicchie in modo più efficiente e aumentare le vostre probabilità complessive di successo del vostro e-commerce

 

Social e-Commerce: Come vendere attraverso i Social Media - Davide Mare -Best e-Commerce Post on The Web


Best e-Commerce Post on the Web:

Titolo

Reverse Engineering the Perfect Ecommerce Product

About the author
Richard Lazazzera is an ecommerce entrepreneur, former Shopify Growth Team Strategist, and founder of A Better Lemonade Stand. Learn more about Richard or get more from him on Twitter.

Sito:
A Better Lemonade Stand Inc.