I siti e-commerce più famosi

Nel 2019 quali sono gli e-commerce sui quali hai comprato?

trivago siti e-commerce più grandi | Davide Mare – Il Vero e-Commerce Manager – Vendi di più, Vendi Meglio!

trivago siti e-commerce più grandi | Davide Mare – Il Vero e-Commerce Manager – Vendi di più, Vendi Meglio!

La maggior parte di voi risponderà che si approvvigiona della qualunque su Amazon, altri che prendono roba usata attraverso eBay, in molti comunicheranno che hanno preso delle scarpe su Zalando.

Una piccola parte probabilmente avrà comprato un coupon su Groupon, oppure avrà concluso una prenotazione per un hotel su Booking o Trivago.

Chi ha la passione delle scommesse di calcio, ha utilizzato William Hill o Betclick.

In italia si stima che oltre il 60% abbia acquistato nel 2018 almeno un prodotto su internet. Quasi 40 milioni di persone hanno comprato su un e-commerce lo scorso anno. E’ un dato incredibile.

Eppure, se ci fate caso, in pochissimi casi, avrete comprato su un sito italiano. Perchè?

In Italia la domanda di e-commerce cresce ma l’offerta è parcellizzata

Seppure L’italia non abbia dei ricavi paragonabili ad altri Paesi Europei, come l’Inghilterra o la Germania, la domanda si sta espandendo, e le persone, anche quelle più aged, si stanno abituando a comprare sul web.

La Domanda cresce così come l’offerta ovviamente, ma il panorama italiano presenta la solita anomalia commerciale che la contraddistingue da sempre: la parcellizzazione dell’offerta.

frammentazione mercato e-commerce | Davide Mare – Il Vero e-Commerce Manager – Vendi di più, Vendi Meglio!

frammentazione mercato e-commerce | Davide Mare – Il Vero e-Commerce Manager – Vendi di più, Vendi Meglio!

Prendiamo un settore che sta crescendo a dismisura negli ultimi anni, il campo farmaceutico (oltre un 20% nel 2018). L’ingresso di numerose farmacia sul web, e-commerce dedicati alla vendita di parafarmaci e di prodotti per la salute e il benessere, vede la proliferazione di store online di questo settore, con proposte tutte uguali, e con la divisione della dei fatturati tra mille shoponline.

Quale può essere il senso economico per un e-commerce che apre o ha intenzione di aprire un negozio sul web?

Qual è il fatturato medio di un e-commerce per raggiungere il break even?

Facciamo due calcoli.

Il settore della salute e del benessere si stima che fatturi sul web circa 125 milioni di euro. Considerando che esistano al momento oltre 1000 shoponline, e facendo una media grossolana, si può ipotizzare che ognuno di essi produca ricavi all’anno per 125 mila euro.

Ecco, con questi fatturati non si raggiunge il break even. Mediamente un sito e-commerce che raggiunge un punto di equilibrio tra spese ed incassi deve fatturare tra i 40 e 60 mila euro al mese.

Solo così ha senso fare e-commerce.

Fare e-commerce costa e richiede continui investimenti

L’e-Commerce è un campo che richiede impegno ed investimenti continui, per due ragioni sostanzialmente.

investimenti e-commerce | Davide Mare – Il Vero e-Commerce Manager – Vendi di più, Vendi Meglio!

investimenti e-commerce | Davide Mare – Il Vero e-Commerce Manager – Vendi di più, Vendi Meglio!

La necessità di tenersi aggiornati ci spinge a dover investire in continua innovazione.

  • Dai professionisti che lavorano in questo campo,
  • alle tecnologie,
  • alle attività di marketing,
  • alle modalità operative con le quali organizziamo e gestiamo un e-commerce, ci troviamo a dover evolvere continuamente il nostro modus operandi.

Solo in questo modo possiamo vincere la concorrenza, ma anche stare al passo con i tempi, in un settore, quello digitale, in continuo mutamento. Un settore privo di ogni certezza.

Abbiamo bisogno di liquidità ed investimenti per fare e-commerce

Pertanto abbiamo bisogno di liquidità e di investimenti per garantire che il nostro operato sia veicolato verso l’innovazione.

Al contempo, il comparto e-commerce estero con grande concentrazione in pochi player, la frammentazione del nostro ecosistema e-commerce, ci spingono a dover crescere per poter essere sostenibili nel lungo periodo.

Dobbiamo puntare alla Crescita, alla sostenibilità e alla scalabilità

La crescita e la scalabilità di un e-commerce sono due temi fondamentali da tenere in considerazione quando si lavora in un e-commerce.

crescita - sostenibilità e scalabilità e-commerce | Davide Mare – Il Vero e-Commerce Manager – Vendi di più, Vendi Meglio!

crescita – sostenibilità e scalabilità e-commerce | Davide Mare – Il Vero e-Commerce Manager – Vendi di più, Vendi Meglio!

Solo le scelte che devono guidare ogni nostra azzone. Dobbiamo cercare la crescita anno su anno e dobbiamo evolverci cercando di garantire che ogni nostra soluzione sia scalabile, cioè che possa espandersi, producendo più ricavi che spese.

Siamo obbligati a crescere per poter resistere in un mercato altamente paragonabile e quindi competitivo. Più diventiamo grandi e più abbiamo la possibilità di resistere. La concentrazione di fatturato in poche mani è una condizione che diventa necessaria.

Sebbene possa sembrare una visione capitalistica, il mondo va verso questa direzione, è inutile negarlo. Non riconoscere questo fatto significa chiudersi nel proprio castello, per fare una vita isolata, che prima o poi porterà all’autodistruzione.

Per la Crescita l’importanza fondamentale della internazionalizzazione

Quindi la crescita è dettata dalla capacità economica di un e-commerce di poter investire in maniera importante. Diventa fondamentale quindi avere degli aiuti per finanziare il proprio progetto e-commerce.

Non per aprire un e-commerce ma per farlo crescere e diventare un tassello importante nel panorama internazionale.

Si perchè la crescita richiede competenze forti nel campo digitale, e quindi investimenti in personale fortemente esperienziato, ma anche nella capacità di internazionalizzarsi.

Il fatturato mondiale dell’e-commerce nel 2018 si avvicina ai 3000 miliardi. Si avete capito bene, noi produciamo poco più dell’1% del fatturato mondiale dell’e-commerce.

Quindi la vendita elettronica sul pianeta terra, è l’india, la Cina, la Germania, il mercato statunitense, non può essere solo l’Italia.

Ma se pensiamo di aggredire il mercato internazionale anno su anno, decenni su decennio, non abbiamo compreso appieno il mondo digitale. L’evoluzione sul web è immediata, un fenomeno appare e scompare, non ha una crescita in tanti anni. Ma tutto avviene repentinamente.

Alibaba nel 2016 nel giorno del Black Friday ha fatturato circa 17 miliardi di dollari. Sarebbero bastati 3 giorni così per fatturare tanto quanto il mercato italiano in un  anno.

Quali sono i tasselli di una crescita sana e sostenibile

Quindi non possiamo mettere un velo sui nostri occhi. Gli e-commerce devono crescere velocemente, rispettando alcuni criteri fondamentali:

  • proporre una scalabilità nella crescita
  • possedere un progetto chiaro ed una strategia definita
  • Includere in questo progetto professionisti preparati
  • avere disponibilità economiche importanti
  • garantendo una esperienza omnicanale

Nel Business Plan devi programmare da chi ricevere forme di finanziamento

Questi soldi però dove li possiamo prendere? L’autofinanziamento per un e-commerce è modello di business meritevole ma illusorio.

business plan e-commerce | Davide Mare – Il Vero e-Commerce Manager – Vendi di più, Vendi Meglio!

business plan e-commerce | Davide Mare – Il Vero e-Commerce Manager – Vendi di più, Vendi Meglio!

Solo con l’intervento di finanziatori esterni possiamo crescere. Quindi è necessario che nel business plan di un e-commerce, o nella volontà di crescita di un e-commerce già avviato esista lo spazio per trovare nuovi finanziatori.

Le soluzioni sono tante, e vanno valutate attentamente. Si possono trovare privati, i cosiddetti business angel, che credono nel vostro progetto, soluzioni più strutturate come i venture capital o le forme di crowdfunding.

Esistono anche le banche per accedere al credito tradizionale, oppure esiste l’acquisto di società già strutturate e vicine al nostro business.

Si perchè i fatturati e la crescita possono avvenire anche con l’integrazione nella propria società di competitor. L’importante è crescere.

L’idea di Business online vincente vive di soldi, cresce con grandi investimenti. Non crediate che basta avere una grande strategia.

Come farsi dare i soldi dai finanziatori

Ma sia chiaro, nessuno finanziatore viene da voi per proporvi un investimento nella vostra società a meno che percepisca che il vostro e-commerce produca valore.

Quindi anche se avete capito che solo aprendovi ai finanziamenti esterni potete trovarvi sul web con il vostro e-commerce ancora tra 10 anni, non è detto che riuscirete ad ottenerli.

finanziamenti e-commerce | Davide Mare – Il Vero e-Commerce Manager – Vendi di più, Vendi Meglio!

finanziamenti e-commerce | Davide Mare – Il Vero e-Commerce Manager – Vendi di più, Vendi Meglio!

Per produrre valore dovete avere

  • un progetto scalabile,
  • in un settore performante,
  • essere in crescita continua,
  • essere redditivi,
  • avere una chiara vision aziendale

Nessun investitore metterà i propri soldi in progetti e-commerce malamente strutturati, quindi l’obiettivo di ogni imprenditore ed e-commerce manager, è quello di valorizzare lo store.