Cerchi un esperto di vendita online? Contattami subito

L’italia presenta ritardi per lo sviluppo dell’e-Commerce

Se pensi all’Italia cosa ti viene in mente?

I retaggi del passato, pizza, mafia, mandolino, sono stereotipi superati anche nei paesi esteri, credo, ma sicuramente alcuni preconcetti permangono.

Come diceva Einstein: “è più facile spezzare un atomo che un pregiudizio“, ma, ogni schematismo mentale, seppure lamenta una profondità analitica, nasconde qualcosa di vero. Saremmo bugiardi ad affermare il contrario, diventando a nostra volta pretestuosi.

Quella sub-sostanza che mantiene con vivida cristallinità un’aurea di verità, giustificando in nostri preconcetti, deve essere portata in superficie in modo da riconoscerla, accettarla, e, quindi, sconfiggerla.

Il nostro Paese evidentemente presenta elementi contrastanti mai risolti: la mancanza cronica del lavoro, la presenza di privilegi incontrastabili, la forte resistenza al cambiamento.

Ma la Digital Transformation sta ormai permeando anche il nostro modo di pensare

Eppure siamo da decenni fautori di molti elementi innovativi, soprattutto nella produzione di idee e di prodotti, questo, nonostante ci sia una continua resistenza al cambiamento e all’innovazione.

Ma l’opinione pubblica non ne viene a conoscenza perchè, populisticamente, è più facile cavalcare una notizia negativa per i propri scopi, che non esaltare una azione positiva.

Questo atteggiamento risolutivamente negativo, sul quale ci piace crogiolarsi, ci impone ad assistere inermi a continue manifestazioni di negatività. Ma molto di buono c’è attorno di noi, dobbiamo accogliere la positività, oltre che rimestare nell’oscurità quando ci informiamo.

Nella mente di tutti, la trasformazione digitale è un passo che stiamo intraprendendo tra mille fatiche ed opposizioni.

Ci sono i vincoli burocratici, dicono; ma sicuramente è più facile costruire sul nulla piuttosto che riequilibrare il tiro quando c’è già benessere, quando ci sono, già, dei forti interessi particolaristici.

Non possiamo stupirci della facilità con la quale la Cina, l’India e la culla Araba del medio Oriente stanno rispondendo alla modernità.

Non possiamo stupirci quando la maggior parte della popolazione vive al limite della sussistenza e quindi ambisce ad un grado di miglioramento economico e sociale, non possiamo aspettarci la stessa facilità operativa, perchè da noi c’è un benessere diffuso, ci sono abitudini che funzionano, e quindi la modernità incontra una situazione già definita.

Nonostante ciò l’Italia risponde sempre bene.

L’innovazione ha bisogno di Investimenti e Condivisione di Competenze

Il cambiamento per l’italiano è un problema ma l’innovazione no.

Prova ne è che il mondo digitale per quanto si configuri un continuo paragone negativo con le altre nazioni più moderne, in realtà presenta un humus di iniziative brillanti ed uniche.

La parola innovazione è presente nel sottobosco grazie alle mille start up digitali che nascono ogni anno, grazie a diversi acceleratori di impresa, sostenute da iniziative del governo.

Vediamo quali sono le opportunità per un imprenditore e-commerce che voglia fare il salto definitivo verso uno store veramente internazionale e futuribile.

Fiere

Smau è una fiera nata negli anni 60 che ancora oggi è un luogo di incontro di innovazione tecnologia, e soprattutto adesso favorisce l’incontro tra investitori, imprese e multinazionali.

“«Oggi innovarsi per essere più competitivi sul mercato è possibile sfruttando appieno le potenzialità del digitale, dei nuovi protagonisti dell’ecosistema dell’innovazione e di chi ha già sperimentato il cambiamento.

Un’opportunità non solo per le grandi imprese, ma anche per le medie e piccole realtà di qualsiasi settore produttivo, anche quelli più tradizionali, come l’agrifood e il manifatturiero, che possono contare su nuovi strumenti di lavoro in grado di garantire efficienza e competitività e partner esterni che possono supportarle ne processo di trasformazione digitale», dice il presidente dello Smau Pierantonio Macola. “.

Convegni

Italia Restarts Up è un convegno che sostiene l’incontro tra le idee innovative italiane e gli investitori stranieri.

Attraverso questo appuntamento il ministero dello sviluppo cerca di internazionalizzare le nostre idee innovative, visto che per esistere nel mondo digitale si deve crescere con rapidità diventando il punto di riferimento del settore scelto.

Noi abbiamo pochi venture capital pertanto le nostre start up digitali, e in particolare anche i nostri e-commerce rimangono di dimensioni risibili rispetto alla concorrenza.

Tant’è che in Italia i più grossi player del mercato e-commerce sono stranieri e sono multinazionali. Riuscire a dare visibilità allo spirito innovativo italiano può dare ampio respiro ai nostri porgetti.

Società per investimenti in Start up Digitali

Corporate Venture Capital. Con questo termine si indica l’investimento e la partecipazione di aziende piccole o grandi nelle famose start up.

L’intenzione è quella di potenziare la propria azienda guidandola nella rivoluzione industriale 4.0.

Ciò comporta un beneficio per entrambi le parti, per chi investe in attività innovative e non sempre pertinenti al proprio business sperando in possibilità di crescita ulteriore.

Le start up che respirano ossigeno attraverso gli investimenti, ma soprattutto beneficiano di professionalità e metodologie già strutturate che possono far lievitare il loro modello di business.

Infatti chi ha già vissuto una esperienza imprenditoriale può ripercorrere con maggiore serenità un percorso di crescita e di scalabilità.

Collaborazione Tra aziende

Worth Partnership è il progetto che intende dar vita a collaborazioni tra le aziende innovative e artigiani della qualità.

Due mondi che sembrano vivere su orbite indipendenti ma che dalla loro commistione possono imparare uno dall’altro realizzando prodotti e processi originali.

«Il cuore di WORTH è creare collaborazioni interdisciplinari, per esempio tra un artigiano e un’impresa tecnologica ma anche tra un artigiano e un designer di diversi paesi europei, per lanciare un prodotto innovativo sul mercato».

Soluzioni Di Crowdfunding

Il sistema del finanziamento collettivo è una realtà indiscutibile da anni ormai, anche nel Bel Paese. Vediamo progetto come Crowdfundme e MamaCrowd che investono nelle migliori start up e Pmi italiane.

Per poter avere un obiettivo imprenditoriale di e-commerce di medio-lungo periodo dobbiamo rispettare 3 condizioni:

 

  • un serio progetto di sostenibilità economica, sapere cosa è il margine, il cash flow…

 

  • la liquidità per investire e crescere. Servono investimenti

 

Solo la crescita ci garantisce di poter resistere nel lungo periodo.

La concorrenza diventa sempre più forte ed internazionale, se vogliamo fare un e-commerce che tra 10 anni sia ancora sul mercato dobbiamo scalare, partire dal piccolo e, piano piano, diventare globali.

Dobbiamo vendere nel mondo, attraverso competenze e strumenti innovativi.

In qualità di e-commerce manager sostengo che è meglio non aprire un e-commerce che farlo in maniera amatoriale con scarsi investimenti, scarsa progettualità e strategia.

Non credete alla favola che basta avere una buona idea per vincere con l’e-commerce. Gli investimenti sono la benzina della vostra idea.

Da e-Commerce Locali a e-Commerce Globali grazie ai soldi e alle competenze

Ma se è vero che l’innovazione è un elemento comune, si può evidentemente notare come tutte le proposte spingono alla più cruda contaminazione e condivisione. (E-Commerce della Condivisione: il nuovo modello di Business per un e-commerce)

Unirsi per essere più forti, per trovare un beneficio comune.

Gli attori sono diversi: le start up, gli incubatori, gli investitori, i venture capital, il governo, le società strutturate. Tutto il panorama produttivo, economico e governativo si incontra per produrre innovazione e benessere.

L’innovazione pertanto diventa condivisione, di capitali, di idee, di sistemi. Cosi il mondo digitale si trova ad entrare prepotentemente nel gotha economico e produttivo mondiale.

Senza qualcuno nessuno può diventare un uomo”, così anche gli e-Commerce; da esperienze locali devono diventare globali.

Dobbiamo assolutamente far fare il salto alle nostre aziende e-commerce da patrimonio italiano a realtà internazionale. da società locali a realtà globali.

Solo con competenze integrate e investimenti del governo, fondi, società strutturate possiamo finalmente dire la nostra nel mondo e-commerce.

Cerchi un esperto di vendita online? Contattami subito