Quale hosting scegliere per il tuo e-commerce?

Quale Hosting Scegliere per il tuo e-Commerce | davide Mare . com - The Port for e-Commerce Sailors

Hosting e-Commerce: uno dei problemi annosi della vendita elettronica

Ogni mattina quando ero all’università, avevo un rito. Verso le undici mi recavo al bar più vicino alla biblioteca per prendere un caffe.

In quel frangente, mentre sorseggiavo lentamente la mia dose di caffeina, sfogliavo distrattamente “La Stampa”.

Partivo sempre dal taglio basso, da un Box quotidiano chiamato “Buongiorno”. Ogni giorno, Massimo Gramellini, realizzava un breve articolo su un argomento di dominio pubblico.

Ho sempre apprezzato la capacità dell’ex vicedirettore della Stampa di scrivere con apparente naturalezza su argomenti diversi, come se fossero propri, come se fossero esperienze di natura personale; con il tempo la sua capacità di discorrere su argomenti trasversali mi ha reso un lettore seriale della sua rubrica.

Gramellini è in grado di scrivere con grazia e logica, sia di temi sentimentali che di temi di politica interna. L’argomento è indifferente. Una grande capacità che chiaramente mi ha fatto capire come con la dialettica e il ragionamento si riesce a parlare di tutto, pur non essendo degli esperti.

Mi ha fatto vedere la realtà con un occhio diverso. Ammetto di essere un fedele ortodosso della verticalità della informazione, ogni esperto dovrebbe parlare ed approfondire temi a lui cari e conosciuti. Chi parla di tutto che reputazione può avere, quale qualità può promuovere?

Gramellini è riuscito a rendere interessante la sua capacità da competente onnivoro. Mi sono chiesto come ci sia riuscito, ma soprattutto ho cercato di capire come non cada in rivoli stucchevoli dicendo sempre la cosa giusta. C’ è quasi una ricerca scientifica della risposta perbenista, quasi borghese.

Quindi, nonostante riconosca a Gramellini, e, a qualche altro personaggio pubblico, la capacità di discorrere su argomenti trasversalmente diversi, non sono un fautore del qualunquismo argomentativo.

Sono rimasto a lungo combattuto sulla necessità di scrivere un articolo su un argomento sul quale sono scarsamente qualificato da un punto di vista tecnico.

Navigando sul web ho notato che ci sono un sacco di imprenditori digitali che cercando risposte in merito ad un argomento che pertanto diventa per loro pressante:

Qual è la migliore soluzione Hosting per un e-Commerce?

L’hosting è un argomento particolarmente tecnico, per fare un parallelismo potrei dire che è come parlare di astronomia. Se ne parla un amatore dice sicuramente qualche castroneria.

Quindi per mesi ho posticipato la scrittura di questo pezzo, poi pensando a Gramellini ho cercato di capire come ragioni una persona che scrive non conoscendo perfettamente quell’argomento, ma soprattutto come faccia ad essere convincente.

Al chè ho capito che dovevo prendere la mia esperienza privata, non tecnica, ma esperienziale, per aiutare chi vuole scegliere il miglior hosting per il proprio e-commerce, evitando gli errori o le problematiche ho riscontrato io lungo la mia esperienza da e-commerce manager.

 

Come Scegliere il miglior hosting per il proprio e-Commerce

Quando devi scegliere l’hosting del tuo sito devi preoccuparti di avere una risposta soddisfacente su 5 argomenti.

Troppo spesso, gli store manager o gli imprenditori si perdono dietro a valutazioni tecniche, pur non avendo le capacità per poterlo fare. E’ un po’ come quando ristrutturi casa e l’idraulico ti dice che deve mettere i tubi in una determinata posizione per ragioni pratiche , tu non avendo la benchè minima idea tecnica della veridicità delle sue affermazioni, devi accettare il postulato.

Quando leggo le guide online che consigliano che il server deve avere determinate caratteristiche sorrido, perché, la necessità di determinati numeri, non è un valore assoluto, dipende da che store online possiedi o gestisci, e, comunque, gli aspetti tecnici, non sono l’unico fondamento su cui puoi basare la tua decisione.

La decisione che prendi nello scegliere l’hosting del tuo e-commerce invece deve partire dalla considerazione di 5 elementi che devono essere sottoposti al tuo technical supervisor prima di sottoscrivere il contratto. Un po’ come per la scelta del corriere per l’e-commerce non ha una risposta univoca, ma personale, e non esiste una scelta a priori.

Molto spesso è l’esperienza che ci porta a cambiare nel tempo il nostro hosting,

Quindi aboliamo l’idea che esista un hosting definitivo e migliore, esiste una soluzione che dobbiamo concordare e personalizzare con la server farm che abbiamo contattato.

Ecco gli elementi che dovete tenere in considerazione dell’hosting che avete scelto per capire se è la decisione giusta:

 

Affidabilità Hosting e-Commerce

L’affidabilità è il primo elemento per valutare il vostro hosting. Quante volte, il vostro sito e-commerce è andato giù, cioè non era navigabile a causa di un problema del server?

Lo scorso anno ho avuto, con una delle più famose server house del mercato, un downtime, in 2 mesi, di oltre il 2%. E’ stato facile far cambiare alla proprietà l’hosting dopo aver portato il numero di vendite perduto a causa del malfunzionamento dell’hosting.

Posto che quella era una situazione imbarazzante, ritengo che nessun store digitale debba risultare non raggiungibile. Oltre ad avere un impatto negativo sulla Brand Reputation, diventa economicamente disastroso. Non solo perché perdi ordini e quindi fatturato, ma perché non hai entrate ma i costi fissi e variabili permangono. Le campagne di marketing continueranno a veicolare traffico ad un sito irraggiungibile, i tuoi dipendenti saranno impossibilitati a svolgere appieno le loro mansioni, Google nel tempo potrebbe valutare negativamente la situazione ballerina del tuo sito. Non c’è nulla di più grave che avere dei downtime. Il tuo sito deve essere sempre raggiungibile. Un downtime deve essere una eccezione. Se così non è, cambia hosting.

 

Velocità Hosting e-Commerce

Nei primi mesi del 2018, il mobile-first ha cominciato le sue prime fasi di test ma è comunque entrato in funzione. Un cambiamento che è stato implementato da poco, ma Google sta gradualmente prendendo in considerazione tutti i siti web che ritiene pronti a questo cambiamento. Le indicazioni di Google su questo argomento prevedono che il sito web in versione mobile sia più reattivo e che offra una buona esperienza di navigazione. La cosa migliore è, quindi, puntare ad una migliore velocità di caricamento delle pagine della vostra versione mobile piuttosto che a quella desktop. Di seguito, alcuni consigli utili sull’ottimizzazione delle vostre pagine web versione mobile: Google: ecco il mobile first indexing

Non c’è nulla da aggiungere. L’elemento velocità di caricamento diventa da un punto di vista seo un fattore determinante per google, e al contempo tutti gli studi di settore sulle conversioni degli store digitali convogliano nel sostenere che un caricamento delle pagine sopra i 2-3 secondi causa una perdita drammatica di vendite. Conversioni e tempi di caricamento: quanto conta avere un sito veloce

Bisogna essere veloci nel spedire l’ordine, nella gestione delle risposte nei vari touchpoint della customer journey, ma soprattutto nelle risposta date dal nostro customer care alle istanze del consumatore.

Sconsiglio a qualunque sito e-commerce un hosting condiviso con altri siti. Il server deve essere dedicato, quindi una soluzione hosting dedicata. Una macchina tutta per il nostro e-commerce. Ciò chiaramente non è sufficiente per offrire una buona esperienza di acquisto ai clienti, ma è un punto di partenza importante. Inoltre, troppo spesso, nella valutazione di un servizio ci troviamo a valutare l’unico fattore paragonabile, vista la nostra incapacità tecnica, e poniamo tutti i nostri criteri sul pricing. Non è una buona valutazione, non è una scelta logica, è una scelta viziata da bias cognitivi. Meglio spendere di più ma avere un sito che risponde in maniera immediata. Risparmiate su qualunque cosa, anche su un pc più lento per il vostro dipendete, ma non risparmiate sulla velocità del server.

Assistenza Tecnica Server e-Commerce

Difficilmente un e-commerce manager si interfaccia con la server house tranne che per ragioni commerciale. Quando ci sono problemi, domande da porre a chi ci offre il servizio di hosting si delega colui che è più vicino a questi aspetti, il programmatore. Il contatto tra i due avviene quasi sempre via ticket. Si manda una comunicazione e si attende una risposta via e-mail. Questo è l’esperienza più frustrante per qualunque e-commerce manager o proprietario di un sito e-commerce. Aspettare qualcuno, che paghiamo, per una risposta su un problema che spesso e volentieri è grave non può che farci innervosire. Quindi un termine di valutazione fondamentale per capire qualche hosting scegliere per il nostro sito è quello di capire quale modello di interazione ci offre la server house. Possiamo interagire con un referente tecnico al telefono o solo via ticket? Entro quanto ci garantiscono una risposta?

Sicurezza dell’Hosting e-Commerce

Ti è capitato di essere “bucato”. Ti è capitato che si bruciasse una macchina sulla quale eri ospitato? Sono problemi che chi lavora da anni nel settore digitale conosce bene. Sono eventualità, ma possono capitare. Quindi devi essere pronto. Il tuo sito deve avere sempre un back up, il più possibile vicino nel tempo. Immagina se carichi un migliaio di prodotti al mese, e ti trovi costretto a ripristinare il sito e-commerce a 30 giorni prima? Perdi un mese di lavoro. Quindi considerare la sicurezza e il benessere del proprio sito e-commerce significa pensare a queste condizioni prima di scegliere un hosting. Lavoriamo con farm professionali e riconosciute che garantiscono dei servizi di eccellenza.

Scalabilità dell’Hosting e-Commerce

Questo è un tema caldo, molto caldo. Raramente se ne parla quando si apre una collaborazione con una server farm. Di solito si parte dalle tue necessità momentanee, senza considerare che il tuo e-commerce cresce, e deve crescere, nel tempo, per diventare sostenibile e per avere successo.
Il fatto di avere 100 prodotti caricati, un picco di traffico contenuto, non significa che nell’anno a venire sia ancora così la tua situazione. Mi è capitato, tanti anni fa, quando facevo promozioni in alcuni piccoli e-commerce di sovraccaricare il server creando dei rallentamenti di navigazione incredibili. Dovevo intervenire tempestivamente facendomi alzare la soglia del server, ma era già troppo tardi, perché gli utenti non convertivano ed io mi ero bruciato la promozione. Quindi valutare una offerta hosting sulle necessità attuali è una visione cieca, perché l’aumento del traffico arriva quando meno te lo aspetti, ed il sito si ferma. UN hosting deve avere una formula scalabile che ti permette di stabilire dei criteri di partenza che possono essere modificati nel più breve tempo possibile. La macchina non deve subire rallentamenti quando hai dei picchi di traffico dovuti ad una promozione, ad una attività pubblicitaria particolarmente importante, ad un migliore posizionamento. Noi dobbiamo offrire lo stesso servizio di qualità. Sempre e comunque.