Siamo una società iper-informata, siamo tutti dottori, idraulici, venditori. Basta aprire google, digitare cosa vogliamo diventare ed aprire il link che troviamo al primo posto nella ricerca organica.

La possibilità di trovare tutto ciò che vogliamo, sicuramente, ha ampliato le nostre capacità conoscitive. Vent’anni fa, quando andavo alle superiori, studiavo su un numero di testi doppio rispetto a quello dei miei genitori, e, se mi confronto con le generazioni di oggi, oltre i libri di testo, possono leggere ed integrare le loro conoscenze con l’immenso mondo delle informazioni che fluttuano sul web.

Sicuramente però, senza entrare in aspetti sociali, l’immensa mole di informazioni ha creato un particolarismo ed un settorialismo che potrei definire zenonico.

Le argomentazioni di Zenone attraverso un uso dialettico smisurato, un forte esercizio di logica, riuscivano ad imprimere il relativismo in ogni ragionamento umano.

Ogni cosa può essere vera, ogni cosa può essere dimostrata. Così è la cultura moderna, un aperto relativismo culturale che, in parte, è stato permesso dalla possibilità di poter dar voce alle proprie opinione tramite il web.

Ma il relativismo è una condizione spiacevole, se tutto, con l’uso della dialettica e della ragione, può diventare vero.
Fare una scelta diventa complesso.

Mi sono trovato in questo impasse nel momento in cui ho voluto intraprendere la produzione di questo post: come scegliere la giusta piattaforma per il tuo e-commerce.

Mi rendo conto che tutte le considerazioni lette sul web in merito alle piattaforme e-commerce, sono più o meno plausibili; c’è chi decanta Prestashop per la sua comprensibilità, c’è chi inneggia a Magento per le sue immense possibilità, c’è chi decanta Amazon, perché fare e-commerce è molto semplice.

Tutto è vero. Quindi scegliere considerando ciò che viene raccontato sul web può portare all’inoperatività.

Inoltre, la soluzione non è quella che ti offre la web agency che ti consiglia una piattaforma. Se la consiglia è perché probabilmente è l’unica che sa usare.

Quando provi una camicia in un negozio di abbigliamento, l’inserviente non è onnisciente e non conosce i tuoi gusti, però conosce i prodotti rimasti invenduti in magazzino e ricorda quelli sui quali margina di più.

Inevitabilmente ti proporrà quelli. Così è la web agency, ti vende ciò che ha.

E’ per questo che la scelta di una piattaforma e-commerce deve essere una decisione integrata all’interno di valutazioni più strutturali del tuo business:

  • Collabora con Manager qualificati per il tuo e-Commerce:lavora con un e-commerce manager che, conoscendo la tua realtà, sappia qual è la soluzione migliore per te. L’e-commerce manager è come un broker assicurativo, vende le soluzioni di tutte le assicurazioni, ma sceglie, per te, quella pertinente.
  • Poni le Basi dell’e-commerce con un Business Plan:devi avere un business plan per il tuo e-commerce già strutturato, e la decisione della piattaforma e-commerce deve essere annessa al tuo progetto e-commerce.Vendere online è una impresa, quindi diventerai titolare di una azienda e-commerce, pertanto considera in anticipo quale obiettivo dare al tuo shop, e quale via lettea ricoprire all’interno dell’universo mercato.Quindi una strategia e-commerce è fondamentale. Il tuo e-commerce deve essere scalabile. Parti dal piccolo per diventare grande.
  • Decidi in Anticipo come Gestire il tuo e-Commerce:decidi, in anticipo, come vuoi gestire il tuo e-commerce, perché la piattaforma sarà uno strumento indispensabile e quotidiano, quindi deve esserti di aiuto e non di ostacolo durante la gestione della tua operatività.
  • Stabilisci il budget per il tuo sito e-Commerce:

    Stabilisci i soldi che puoi investire prima di incominciare, ciò ti permette di sapere dove veicolare gli investimenti. Puoi scegliere quanti soldi investire in ogni strumento ed attività.La realizzazione di un e-commerce è simile alla ristrutturazione di una casa. Prima di smantellare casa, definisci un progetto e comprendi quanti soldi devi investire.Ogni tua decisione successiva dipenderà da quanto soldi hai deciso di impiegare.
  • Definisci per bene la tua idea di e-Commerce:
    • vuoi arrotondare con la vendita on line (lo sconsiglio)? Allora avrai bisogno di alcune soluzioni smart
    • vuoi vendere sui marketplace, pensa alla tua politica commerciale e alla marginalità
    • vuoi fare una impresa e-commerce ragiona con attenzione su tanti elementi.

Cos’è la Piattaforma e-Commerce o Piattaforma Cms?

Attraverso la piattaforma noi gestiamo il sito e-commerce, e mostriamo la nostra vetrina ai clienti.

Quindi attraverso la piattaforma e-commerce noi possiamo gestire:

  1. il catalogo prodotti
  2. gli ordini dei clienti
  3. i dati dei clienti
  4. la reportistica e le statistiche del tuo sito
  5. la parte amministrativa (delle fatture per esempio)
  6. lo sviluppo del sito e-commerce con moduli e plug in
  7. attività di marketing e promozionali
  8. la parte logistica
  9. il front office
  10. un sito profondamente e usabile

Le Piattaforma e-Commerce a confronto (cms a confronto)

Tu paghi il controllo della piattaforma. Più vuoi controllare e modificare gli aspetti della stessa e più diventa cara. Più opzioni ha, più diventa cara. Quindi prima di prendere una decisione pensa a cosa vorresti avere, controllo o economicità?

Pensa da che parte dell’arcobaleno vuoi stare, dalla parte dell’infrarosso o dell’ultravioletto? Non puoi voler toccare tutte le nuances, devi sceglierne una. Devi scegliere un colore.

Scegliere la piattaforma e-commerce non può essere una decisione solitaria, ma è uno sforzo di gruppo. Non scegliere la piattaforma perché sei il responsabile, e quindi credi di avere una visione d’insieme; ogni persona che partecipa alla vittoria del tuo e-commerce deve poter esprimere un’opinione. Interpella il reparto marketing, l’area dei responsabili clienti, il settore degli acquisti… Ognuno può darti un suggerimento utile e congruo.

Prima di vagliare le piattaforme ti consiglio di fare una ricerca interna al tuo staff, per capire quali sono le necessità e le richieste di ogni reparto.

Sostanzialmente esistono 3 macro-soluzioni per trovare la piattaforma per la vendita online:

  1. Piattaforma e-Commerce Open Source,(software non protetto dal copyright e può essere adattato alle tue esigenze). I software Cms open source sono indicati per coloro che vogliono aprire un e-commerce ed avere una piattaforma potenzialmente strutturata e pronta all’uso, sulla quale un programmatore interviene per personalizzare il sito e-commerce con l’aggiunta di moduli ad hoc.Le piattaforme Native sono soluzioni prive di anima, all’interno delle quali, quindi, deve essere infuso l’alito di vita per poter funzionare; il sentimento richiesto è il modo in cui vuoi adoperare quello strumento.Al contempo, sono soluzioni veramente flessibili e scalabili, perchè permettono di partire dal basso, per poi crescere modularmente in base alla necessità. Inoltre non hai bisogno di investire in un reparto tecnico definitivo, ma potrebbe essere sufficiente collaborare con una web agency o con un libero professionista, nel momento in cui si debbano fare interventi mirati.Sicuramente sono strutture che presentano qualche limite di personalizzazione, nel senso che non hai il pieno controllo dello strumento. Puoi operare numerose scelte, ma la produzione di soluzioni studiate ad hoc può generare problematiche di funzionamento del sito stesso. Pertanto è sempre meglio utilizzare uno dei moduli sviluppati per la piattaforma che si è scelta.La piattaforma open source è la scelta della via di mezzo, tra la libertà totale di fare ciò che ci pare (piattaforma customizzata) e l’imposizione di una formattazione già stabilità (Piattaforma saas).
  2. Piattaforma Ecommerce Servizio in Abbonamento (saas),Esistono invece le soluzioni ecommerce self service, le quali permettono in piena autonomia di gestire l’e-commerce. Le modifiche sul cms e-commerce debbono essere apportare direttamente dal loro staff.Il messaggio da attribuire a questa piattaforma potrebbe essere quello automobilistico: “chiavi in mano”, nel senso che, la scelta di queste soluzioni, libera dalla maggior parte delle problematiche tecniche. Non devi più pensare agli sviluppi, agli aggiornamenti, ai bachi tecnici.Hai scelto la macchina che hai trovato in vetrina. Ha pochi optional, ma sai già che funzionerà bene. Non è proprio come la volevi tu, quell’auto, però alla fine da un punto di vista pratico, svolge la mansione per la quale è nata. Giri la chiave, inserisci la marcia e parti sereno.E’ chiaro che questa soluzione è in affitto e quindi nel momento in cui vuoi vendere il tuo sito e-commerce, sarai impossibilitato a farlo; inoltre, se volessi migrare su altre piattaforme potresti trovare delle difficoltà consistenti.Ricordati che questa soluzione è equivalente ad un affitto, hai poca libertà di fare ciò che ti piace con la piattaforma; la casa la prendi così com’è. Quindi, a mio parere, le piattaforme e-commerce in abbonamento sono indicate per coloro che hanno un negozio e vogliono integrare il loro fatturato con qualche vendite e-commerce.
  3. Piattaforma Ecommerce Proprietaria,
    è la soluzione che andava per la maggiore fino a qualche anno fa, dove molti shop creavano da zero la piattaforma con la quale gestire il loro web-commerce. E’ chiaro che questa soluzione è legata indissolubilmente alla presenza di uno sviluppatore tecnico in sede, ma permette una profonda personalizzazione del sito.La creazione da zero di un e-commerce permette di creare un sito fatto su misura, con vantaggi e svantaggi annessi. Grandi costi di manutenzione, grandi costi di sviluppo, grandi responsabilità…Io la trovo una soluzione veramente performante, avendoci lavorato per anni conosco le caratteristiche di queste piattaforme.Ma ho anche vissuto la natura prettamente tecnocentrica che subiva la società, che era dipendente, molto spesso, nelle sue scelte, dalle esigenze del reparto tecnico; il quale decideva la strategia futura aziendale, in base a cosa si poteva e cosa non si poteva fare con quella piattaforma.Sicuramente è una soluzione indicata per gli e-commerce nativi, ma soprattutto per società di medio grande respiro, le quali sanno che utilizzano una loro ricetta segreta, e tale rimarrà negli anni. Sì, perché la piattaforma sviluppata in proprio, produrrà un codice di linguaggio che renderà complesso il passaggio in altre mani tecniche.Perché, nonostante ci sia un linguaggio comune, ognuno poi usa la grammatica tecnica come vuole, e quindi ci sarà bisogno, nel caso in cui dovessi cambiare il reparto tecnico, di una decodificazione importante.Secondo me, la piattaforma proprietaria è una attività impegnativa da gestire, ma come tutte le cose complesse ha il suo fascino. Tu compri insieme all’idea di business, alla parte commerciale (prodotti, fornitori…), anche una macchina sviluppata ad hoc.

Esiste infine, un’altra possibile, che esula dalle 3 precedenti, la vendita sui Marketplace.

I Marketplace, sono dei mercati, dei centri commerciali dove dei negozianti riuniti aprono i loro esercizi commerciali. Un esempio evidente è Amazon.

Non ti devi preoccupare di nulla, se non del prezzo. Alla piattaforma e alla visibilità ci pensa il marketplace.

Tu non puoi personalizzare nulla. Devi caricare i prodotti secondo le regole di Amazon o Ebay, devi rispettare le loro politiche di consegna. Insomma ti viene consegnata una macchina potentissima, ma l’unica cosa che puoi fare è quella di mettere benzina. Devi lasciar guidare gli altri e pagare il carburante.

Sei totalmente dipendente dagli altri. Questo, lasciatemelo dire, non è e-commerce. Non c’è una idea di business, non c’è piano di marketing, non c’è un progetto e-commerce, non ci sono professionisti digitali…

Queste piazze sono le rappresentazioni concrete dei non-luoghi di Marc Augè.

Perché Cambiare la Piattaforma e-Commerce (cambiare cms)

Cambia solo se hai una ragione precisa, ed evita di prendere decisioni sull’onda di consigli esterni o della moda del momento.

  • Vuoi migliorare il lavoro quotidiano che diventa pesante e poco produttivo?
  • La fatturazione non è integrata con la tua piattaforma e pertanto devi gestire tutto manualmente?
  • Il tuo business sta crescendo ed il caricamento dei prodotti diventa macchinoso?
  • I costi della piattaforma sono troppi alti per il tuo business?

Recentemente numerose testate giornalistiche, del settore tecnologico, hanno promosso, non so quanto gratuitamente, il Cms Magento, tanto che diverse società sono migrate per puro spirito di modernità.

Molti si sono pentite di questa scelta, perché:

  • il passaggio deve essere operato da agenzie qualificate, pena un dequalificamento del proprio e-commerce
  • l’utilizzo della piattaforma non è dei più intuitivi, sebbene abbia delle potenzialità enormi
  • presenta costi di manutenzione particolarmente alti per e-shop di piccole-medie dimensioni

Ricordati che la piattaforma è uno strumento nelle tue mani, e quindi, da come lo usi, ottieni risultati diversi, ma resta sempre un mezzo che ha bisogno del tuo intervento.

La differenza la fai tu e chi lavora con te.

Quale Piattaforma e-Commerce scegliere (Scelta Cms)

La vendita online è cambiata, qualche anno fa, per esempio, il mobile e-commerce non era così importante. Ora ogni piattaforma e-commerce permette di fare ordini sui tablet o smartphone con versioni adatte.

Più recentemente, il content marketing è diventato un aspetto fondamentale per ogni e-commerce, così tutte le piattaforme devono integrare al loro interno un caricamento di contenuti facile e professionale.

Oggettivamente, le piattaforme e-commerce hanno incominciato ad avere parecchie somiglianze funzionali, quindi per sceglierla, con cognizione, bisogna pensare ad altri elementi.

Dobbiamo scegliere una piattaforma e-commerce partendo dai nostri bisogni.

Non esiste una piattaforma migliore, esiste la piattaforma adatta per te. La scelta deve essere fatta in considerazione dei tuoi obiettivi, risorse e preferenze.

Ecco alcuni elementi per fare una scelta consapevole:

 

– Raccogli informazioni per scegliere la piattaforma e-commerce

Qual è la ragione di business principale che ti ha spinto a scegliere una nuova piattaforma?

  • Voi ridurre i costi?
  • Migliorare la scalabilità?
  • diventare più rapido nella gestione delle modifiche?

Quali sono le restrizioni o i colli di bottiglia che provi con l’attuale piattaforma? Problemi di implementazione tecnica? Difficoltà a crescere? Tempi di caricamento troppo lunghi?

Quali sono le implementazioni che i tuoi settori aziendali richiedono?

Quale potrebbe essere l’impatto sul business e sulla operatività?

Il costo? Le piattaforme sono gineprai inestricabili. Capire bene quali sono i costi evidenti e quelli nascosti può fare la differenza.

Lavorare su una piattaforma magento o prestashop può sembrare estremamente economico, ma quando personalizzi il sito devi comprare dei moduli integrativi settandoli correttamente.

Tutto ciò comporta una spesa per l’acquisto del modulo e per il lavoro di un tecnico.

 

– Requisiti richiesti dal cliente (come appare al cliente) per scegliere la piattaforma e-commerce

Per scegliere la piattaforma è fondamentale decidere quale esperienza d’acquisto vuoi offrire ai tuoi clienti.

Devi essere certo di riuscire, attraverso la piattaforma che selezioni, ad avere il controllo del percorso del cliente e dell’offerta di esperienza del cliente.

Offri un bel campo di ricerca, un programma di live chat, segmenta i visitatori…

Il cliente quando entra sul sito deve trovarlo ordinato, grazioso, funzionale. Se entri in un negozio tradizionale e trovi il pavimento sporco, gli scaffali disordinati, i prezzi non visibili, che cosa pensi?

Sicuramente non hai fiducia e quindi è meno probabile che comprerai.

 

– Requisiti tecnologici (può crescere con te? Può essere funzionale?) per scegliere la piattaforma e-commerce

Chiediti come la nuova tecnologia si accosta al team esistente.

Hai uno specialista magento al tuo interno e vuoi passare ad una piattaforma proprietaria sviluppata in php? Chi gestirà, un domani, il lavoro tecnologico.

Quanti professionisti sanno realmente lavorare su quel cms? Questo è un problema fondamentale perchè qualcuno deve gestire tecnicamente la piattaforma, e il sito e-commerce richiede interventi continui di mantenimento e di sviluppo.

La soluzione tecnologica che scegli deve essere gestibile dal tuo gruppo di lavoro o da qualcun altro. Prima di fare una scelta definitiva, assicurati di aver individuato i professionisti che ti seguiranno.

Inoltre, un’altra domanda fondamentale è quanto ci metti a settarla e ad andare online?

Alcune piattaforme software-as-a-service possono essere settate per andare online in poche ore. In altri casi ci vogliono mesi, soprattutto se devi migrare i dati da una piattaforma già esistente.

La durata dei lavori di sviluppo è un costo.

Infine, un punto di grande importanza è il supporto che garantisce la Piattaforma stessa!

Se hai bisogno di aiuto come puoi raggiungerli. Per telefono o mail? Puoi parlargli tramite chat? Sono sempre disponibili? Intervengono o danno solo suggerimenti?

 

– Requisiti di operatività (ti dà gli strumenti e i tool che ti servono) per scegliere la piattaforma

Come si potrebbe adattare alla lavorazione dei tuoi processi giornalieri la nuova piattaforma scelta?

  • Come viene gestita l’integrazione con i marketplace?
  • E per il caricamento massivo dei prodotti?
  • Come si integrano le tue necessità di marketing. Hai codici di tracciamento personalizzati?
  • Come viene integrata la parte amministrativa: quella delle fatture e delle bolle?
  • Quanto è gestibile il catalogo prodotti? Come posso caricare i prodotti, come verranno visualizzati?
  • Posso gestire il posizionamento basico?

Ricordati che il cuore pulsante del tuo sito sono i prodotti e la relazione che costruisci con i tuoi fornitori. Senza prodotti non vendi.

Se la tua gestione è farraginosa farai fatica a stare dietro alle promozioni, alle modifiche del catalogo, alle esigenze dei clienti sui contenuti…

Prima di scegliere la piattaforma e-commercesincerati di come può essere gestita e di come puoi gestirla.

Scarica l'articolo in pdf - Davide Mare .com | The port for e-Commerce Sailors

 

 

 

Come scegliere la migliore piattaforma per il tuo e-Commerce